Lo stato uccide

Ormai da molto tempo ritengo che lo stato, questo stato, nato dalla resistenza, figlio della “prima” e della “seconda” repubblica, corrotto, schiavo delle lobby, delle banche d’affari e del debito pubblico, compenetrato con ogni genere di mafia, sia il più grande usuraio legalizzato che si conosca.

Lo stato uccide, senza la pistola, senza che si faccia molto clamore, con le armi subdole della democrazia.

Lo stato non è alleato dei cittadini, lo stato munge i cittadini per pagare i propri padroni, i propri aguzzini.

Finiamola con le boiate della costituzione, lo stato non è nè indipendente nè sovrano!

Mi fanno spaccare dalle risate questi “polidioti” che fanno i vertici, le conferenze stampa, le manovrine e poi aspettano il responso dei mercati.

Alla speculazione finanziaria, ai mercati, non si può dare una risposta economica, a questi qua bisogna dare una risposta politica forte…ma mi stavo dimenticando di un piccolo particolare…una volta c’era Prodi, legato indissolubilmente al mondo dell’economia ed a Goldman Sachs, poi c’è stato Berlusconi che aveva i coglioni solo per fare le sue seratine, ora guarda caso c’è Mario Monti: è inutile che ripeta chi c’è dietro, ormai lo sanno tutti.

Che Dio (o chi per lui) ce la mandi buona e faccia presto arrivare la benzina a 2 euro, magari così riusciremo a velocizzare qualche naturale e fisiologico processo di spurgo nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *