Libertà

In questo giorno gli Italiani festeggiano la liberazione ma nonostante siamo stati liberati oltre 60 anni fa, ripensandoci bene non è che oggi io mi senta davvero libero.

Ad esempio:

– Vorrei essere libero da Berlusconi e da Veltroni, ma è evidentemente che non lo sono.

– Vorrei essere libero di credere che i principi fondamentali della Costituzione Italiana non siano solo delle belle parole scritte su un pezzo di carta, leggetevi i primi articoli (quelli più importanti) e pensate un attimo…

– Vorrei vivere in una nazione libera da ogni mafia.

– Vorrei vivere in una nazione indipendente energeticamente ed in Italia si potrebbe!

– Vorrei vivere in una nazione autenticamente libera dove chi governa possa schierarsi contro:

* gli USA quando fomentano la guerra per i propri interessi
* la Cina per gli omicidi, le invasioni, la negazione dei diritti umani e tanto altro ancora
* la Russia quando massacra i Ceceni
* la Turchia quando massacra i Curdi
* la Birmania quando massacra i monaci pacifisti
* molto altro ancora…

– Vorrei vivere in uno stato realmente ambientalista che lavori per la tutela della salute dei propri cittadini.

– Vorrei vivere in uno stato libero dalle morti bianche che invece continuano numerose.

– Vorrei essere libero dalle tasse sulla prima casa.

– Vorrei essere libero di poter guardare alla tv qualcos’altro di diverso da Vespa o il Grande Fratello.

– Vorrei essere libero di pagare l’IVA allo stato solo quando lo stato mi ha pagato le fatture.

– Vorrei essere libero di fare una visita medica in tempi ragionevoli.

– Vorrei essere libero dalle tasse per contribuire a tenere in vita qualche giorno in più l’Alitalia.

– Vorrei essere libero di sapere che Valentino Rossi paga, in percentuale, più tasse di me…

– Vorrei essere libero di andare in metropolitana, sugli autobus, a scampia senza dover pensare a tutto quello che può succedere.

– Vorrei che in Italia, due persone che lavorano, possano essere libere di comprare una casa e se lo vogliono, anche a formare una famiglia.

– Vorrei essere libero da queste banche che prestano i soldi solo a chi ce l’ha.

– Vorrei essere libero di sapere che chi sbaglia paga.

– Vorrei che in Italia uno sportivo sia libero di andare allo stadio senza timori, libero di praticare uno sport pulito, senza doping.

Insomma, vorrei essere libero, ma mi rendo conto che libero non sono.

Come dice Beppe Grillo, l’Italia va liberata di nuovo!

Aiutami tu o bella ciao!

2 pensieri su “Libertà

  1. Eh, si… la lista delle libertà negate può essere allungata ancora, e di molto… E’ molto triste a rifletterci sopra, ma le cose stanno in effetti così. Ed è peggio se pensi che la gente (prendi l’argomento tv, ad esempio) la libertà se la nega da sola, ovvero nel momento che ha la possibilità di scegliere, inevitabilmente fa la scelta sbagliata. Ho perso la stima dell’ “uomo qualunque” quello che in teoria dovrebbe essere la maggioranza silenziosa che col suo lavoro silente contribuisce al progresso del nostro paese… No, l’uomo qualunque è un pecorone stupido e beota, drogato da TV e gossip di bassa lega, utile al paese quanto una vacca da mungitura in una stalla bergamasca. L’uomo qualunque, colui che ha scelto di cibarsi di idee preconfezionate, omogeneizzate e predigerite, invece di ricercare riflettere e confrontarsi, non ha la mia minima stima e si merita tutta la libertà negata che hai elencato.
    Noi ? Al massimo ci possiamo beare leggendo delle belle parole di Dante: “Libertà va cercando, come sa chi per lei, vita rifiuta…” ma, tant’è…

  2. E a pensarci, che pazzia,
    è una favola, è solo fantasia
    e chi è saggio, chi è maturo lo sa:
    non può esistere nella realtà!
    (Bennato, L’isola che non c’è )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *