Ed eccomi qui

Ed eccomi qui con un sorriso da ebete davanti al piccì a guardare i miei primi 40 anni.

L’unica delle tre lampadine che ha resistito mi fornisce ancora la luce per scrivere queste frasi dissennate o forse dissestate, un po’ addormentato, quasi come se fossi ubriaco.

Domani si riparte, il solito tran tran, mancanza di progetti, di stimoli, di futuro, ma dicono che la speranza è l’ultima…la ruota della fortuna…chi la dura…

Cosa ho fatto di buono? Cosa non va? Come andrà? Che ne sarà?

Tutte domande lecite ma ora mi serve solo una risposta, è meglio fare il prelavaggio quando c’è la cacca sul body del bimbo?

Buonanotte!

1 pensiero su “Ed eccomi qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *