Archivi tag: indignato

Indignatissimo!

Premessa: io non sono anarchico e sono contrario ai black bloc (ammesso che esistano).

Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha espresso «preoccupazione per le inammissibili violenze»

Ma perché le speculazioni finanziarie non sono più che “inammissibili violenze”?
Le speculazioni finanziarie creano moltissimi più morti che i feriti di oggi.
I casini di oggi erano ampiamente prevedibili mentre le speculazioni finanziarie, il signoraggio bancario, il debito pubblico sono dei tumori che strisciano subdoli dentro di noi e quando ce ne accorgiamo siamo già belli che schiattati.
Presidente, dovresti parlarne tutti i giorni e chiedere giustizia per il tuo popolo!

Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha invece parlato di «incredibili livelli di violenza raggiunti da un nutrito gruppo di facinorosi» e di «un segnale molto preoccupante per la convivenza civile».

Qui ci sarebbe da scrivere un tema ma sintetizzando…la violenza non la fai pure te con tutte le sparate che fai assieme a quelle del “nutrito gruppo di facinorosi” che stipendi? Inoltre, la convivenza civile caro Silvio bisogna cercarla partendo da quel senso di giustizia sociale che proprio ti manca perché mentre te la godi tra una festicciola ed un’altra la gente qui non sa più come cazzo fare e non sarai di certo ricordato come uno statista ma come un affamatore del popolo.

Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha invece evocato l’ipotesi di un raduno nella Capitale del «peggio di tutta Europa». «Erano mesi – ha aggiunto il sindaco – che su internet c’erano appelli per venire tutti a Roma. Infatti la polizia si è preparata, ha fatto tutto il possibile, ma le condizioni sono obiettivamente difficili. Siamo di fronte a molti violenti dentro a una manifestazione di persone pacifiche».

Caro sindaco, non so chi siano realmente sti black bloc, ma il peggio d’Europa per me è la BCE che sicuramente fa più morti di ogni altro gruppo organizzato. Se da mesi su Internet c’erano appelli per venire a Roma la polizia si sarà organizzata, no? Vuoi che le forze dell’ordine (che pertanto sapevano in anticipo) non riescano ad ingabbiare qualche centinaio di incappucciati vestiti di nero (pertanto ben visibili)? Dove sono gli arresti? Dove sono le identità? Chi c’è dietro questi black bloc? Per me se in una piazza ci sono tutti questi violenti le forze di polizia ne dovrebbero prendere uno a uno e portarli in galera ed invece mi sa tanto che anche sta volta non succederà. Come più volte detto, pensa alla tua rielezione che sarà dura da ripetere…

Angelino Alfano: «Il Paese per uscire dalla crisi ha bisogno di un governo che governi e di gente che, anziché sfasciare le vetrine, costruisca opere e faccia cose buone per il bene dell’Italia e degli italiani».

Da che pulpito vengono queste parole, comunque sono parzialmente d’accordo ma con qualche aggiunta. Direi pertanto che ci serve un governo che governi e non pensi solamente ai cazzi propri (che poi sono quelli di uno solo) che non sfasci la società ed un popolo intero, che costruisca opere sensate e non quelle minchiate tipo il ponte sullo stretto (che ancora stiamo pagando i progetti e non so quante persone che stanno lì a sgranocchiare) e che faccia cose buone per il bene di tutti noi. Ecco, la prima cosa buona da fare sarebbe dimettersi e cercare di non presentarsi più…mai più!

Maurizio Gasparri: «I protagonisti delle violenze di queste ore a Roma non hanno nulla a che vedere con i movimenti pacifici di protesta che si stanno svolgendo in altre parti del mondo. Del resto, con tanti esponenti delle sinistre che usano linguaggi sbagliati è facile che poi qualcuno traduca in aggressioni quelle parole».

Qui siamo al genio incontrastato della politica italiana. Se tutti dovessimo prendere sul serio le parole di Gasparri dove arriveremmo? Se in quasi tutte le “altre parti del mondo” ci sono manifestazioni pacifiche significa che la gente dà ai propri politici un po’ di fiducia ma noi (italiani) come facciamo ad avere fiducia di voi (politici)??? Mi dispiace ma non si può proprio.
Qui ormai non c’è da turarsi il naso, c’è solo rimasto da tenere stretto il deretano.

«È indispensabile una condanna corale e inequivocabile – ha commentato il segretario Pd Pier Luigi Bersani- di ogni atto di violenza e un rigoroso isolamento dai movimenti, che hanno manifestato pacificamente, di chi si è reso protagonista di questi gesti inaccettabili».

Secondo me è indispensabile una condanna corale e inequivocabile alla situazione di oggi.
Un governo assente ed impegnato solo su personalismi inaccettabili. Una opposizione inesistente che credo sia collegata collusa con il potere più di quanto ognuno possa pensare. Litigate in parlamento, in tv e sui giornali ma poi vi siedete allo stesso tavolo quando è ora di fare la pappa eh?
Come detto in precedenza, la violenza è un’altra. La violenza ad esempio è quella perpetrata dallo stato che vuole i soldi subito ma ti paga dopo 6 mesi, un anno, due anni ed intanto tu fai gongolare le banche e poi, quando arriva il momento di incassare sei già morto…morto!